arte della seduzione 3

Arte della seduzione

La seduzione è una progressione che coinvolge in modo costante i partner, stringendoli sempre di più insieme, con la conseguenza che uno non possa più fare a meno dell’altro. L’ arte della seduzione richiede di mettere in gioco noi stessi. L’ arte della seduzione rifugge da stereotipate strategia di conquista. L’ arte della seduzione richiede ogni volta di essere diversa per incontrare veramente l’altro.
Luigi Anolli
La seduzione. Editori Laterza

Nella seduzione noi ci mettiamo in gioco in modo totale, spesso  in  condizioni inermi. Chi vuole sedurre, deve sapere che sta iniziando un ‘operazione ad alto rischio. Per sé e per il potenziale partner. Evidentemente, come si suole dire, il gioco vale la candela. In effetti. è grazie alla seduzione e al suo buon esito che noi assicuriamo la prosecuzione della nostra specie e la continuazione della nostra cultura di appartenenza attraverso i figli.
Capire questa eccezionalità dell’ arte della seduzione è una sfida affascinante e intrigante. Nella nostra vita raramente siamo dei veri seduttori. Siamo molto più spesso seduttivi, ma è un’altra faccenda. Nella sua essenza, la seduzione è la rottura di un equilibrio standard fra due individui per la ricerca di nuove e irripetibili forme di equilibrio. Da uno stato di estraneità totale si giunge a una condizione di intimità profonda . i comportamenti che prima non erano leciti con la seduzione diventano non solo leciti ma anche attesi.
Per certi aspetti, la seduzione è un imbroglio in quanto si presenta come un gomitolo di mosse e contromosse in continua evoluzione. Nessuno dei partner sa realmente chi ha fatto la prima mossa (è lei che gli lanciato uno sguardo obliquo o è lui che l’ha invitata a bere insieme u n drink?). E nessuno dei partner sa neppure come andrà a finire. Così come nessuno dei due sa quali potranno essere le qualità emergenti, inattese e imprevedibili che saranno generate dal loro legame. In questo passaggio si annidano altresì le premesse per la costruzione di giochi sporchi: dalla manipolazione all’inganno, all’intrigo, alla minaccia. alla perfidia. persino alla crudeltà .
Il fascino dello studio dell’ arte seduzione sta qui. La seduzione è incontro/scontro/confronto fra due persone reciprocamente interessate e attratte, coinvolte profondamente in una matassa di sentimenti e emozioni, di ricordi e di esperienze, di ideali, di attese e di progetti, alla ricerca di  un costante punto di  intesa. Occorre evitare un eccesso di intimità e di vicinanza (che conduce all’asfissia e al soffocamento). come pure occorre evitare un eccesso di distanza (che conduce alla freddezza e al distacco). (…)
La seduzione è un ‘esperienza di alta quota ed è un sentiero molto impegnativo. piuttosto stretto da cui è facile cadere a destra o a sinistra per qualche forma di eccesso. Se si cade è il fallimento della seduzione. È un avvenimento molto negativo e doloroso che nessuno si augura e che segna per sempre la nostra esistenza.

arte della seduzione 1

Eppure oggi l’ arte della seduzione è molto spesso oggetto di banalizzazione. Le trasmissioni televisive e radiofoniche, i servizi sui rotocalchi e sui quotidiani (anche quelli più seri), i siti, le chat e i blog su internet sulla seduzione sono  innumerevoli e in continua crescita. Spesso si rischia, tuttavia , di rimanere alla superficie di questo fenomeno che tocca le stesse radici umane a livello persona le ed evoluzionistico.
In queste pagine la seduzione è considerata come un’arte raffinata e sottile, fatta di sfumature, sottesa alla costruzione di un intreccio relazionale e comunicativo specifico e atipico fra due persone all’interno di un contesto irripetibile. In questo libro il lettore non troverà quindi nessuna ricetta su come sedurre meglio un eventuale partner (del tipo: Conquista una donna in nove mosse). La seduzione è una realtà che parte da dentro di noi. Dal nostro cuore e dalla nostra mente. È un’esperienza basilare e grande, profondamente sentita nel nostro intimo. Se si seguono formule, tattiche, tecniche e ricette. siamo in presenza di una recita e di una finzione. Ma esse non sono   seduzione.
A questo punto. una doverosa precisazione lessicale. In relazione alla seduzione, sono possibili due aggettivi: seduttivo e seducente. In questo volume impiegherò in modo sistematico il primo e non il secondo. Tale opzione si fonda sul fatto che seducente si riferisce a una qualità prevalentemente estetica che inerisce all’oggetto di riferimento. Per esempio, si dice di una donna che ha una bocca seducente (ma non seduttiva), come pure si parla di una proposta seducente, di un’idea seducente o di una tesi seducente (ma non seduttiva). Per contro. l’aggettivo seduttivo fa riferimento a un atteggiamento mentale e a una disposizione dell’animo che implica una iniziativa e un comportamento attivo nei confronti di un’altra persona. In base a tale distinzione una persona seducente non è necessariamente seduttiva e viceversa. È evidente altresì che una persona seducente ha un’importante risorsa in più per essere anche seduttiva rispetto a chi non è seducente. (…)
Per l’arte della seduzione non vi sono ricette né tecniche collaudate che è sufficiente mettere in atto in maniera automatica per raggiungere il traguardo che si desidera. I manuali del tipo Conquista una donna in nove mosse lasciano il tempo che trovano e di solito si rivelano deludenti e inefficaci.
La seduzione si manifesta soltanto se vi è passione profonda, desiderio intenso, attrazione e interesse vero per il partner. In questo caso la seduzione si esprime attraverso indizi e forme intriganti e ammiccanti di comunicazione, soprattutto sul piano non verbale. Nella seduzione sono più le cose che non si dicono ma che si fanno capire rispetto a quelle che si dicono apertamente. Il desiderio vive nelle pieghe recondite dell’implicito. Appena diventa esplicito ed evidente, corre il rischio di svanire o di essere banalizzato.
Di conseguenza, la seduzione è un ‘arte, perché è creativa. soggettiva e irripetibile. Ogni volta è una situazione nuova e diversa. Ogni volta è una tela bianca da dipingere e da riempire con linee e colori in modo da attrarre un certo partner (e non un altro), oggi ma non ieri o domani, qui ma non altrove.

arte della seduzione 4

Ciò che conta è l’ispirazione, la sincerità dei sentimenti, l’originalità  con cui presentiamo noi stessi al potenziale partner. La seduzione è il contrario dell’ovvio e della banalità. Essa è un momento straordinario che richiede la capacità di inventare nuove forme nel modo di manifestare se stessi, di stare con chi ci interessa. di stabilire con lui un legame intenso. Come per Gilda, è essenziale non togliersi un guanto. ma sfilarlo in maniera unica e irripetibile. Una parte per il tutto.
La seduzione costituisce una esperienza tipicamente umana fra le più belle ed entusiasmanti che possa succedere a una persona nel corso della propria vita. Uomini e donne, giovani e anziani, potenti e gregari hanno attraversato nella grande maggioranza dei casi questa avvincente avventura. Come l’amore. anche la seduzione non conosce età né genere né condizioni economiche né culturali.

Seduzione e amore
È naturale e ovvio che tra seduzione e amore esista un profondo e intenso legame. Senza seduzione è impossibile raggiungere l’amore (anche se non è vero il contrario). Ma l’amore ha molte facce. È una realtà imprendibile che da migliaia di anni affascina la mente degli umani. Già i greci erano soliti distinguere fra eros, agàpe e filia. Il primo è l’amore passionale fondato sul desiderio sessuale (erotico appunto); il secondo  è l’amore gratuito e disinteressato del dono di sé ed è spesso condiviso in una comunità religiosa nell’aspirazione a qualcosa di più grande (in questo senso Dio è agàpe); il terzo. infine, è l’amore dell’amicizia e dell’affetto, spesso tra fratelli ma anche con estranei. (…)
La seduzione è esplicitamente legata all’amore passionale. L’amore passionale è uno stato emotivo molto intenso e potente, suscitato dal desiderio ardente di unirsi e di stare con il partner. Ha inizio quando un individuo incomincia a considerare un’altra persona come speciale e unica. Ne esalta le virtù e ignora o minimizza i suoi difetti. Nell’amore passionale i partner avvertono un senso estremo di energia e di vigore, e una condizione di euforia ed eccitazione. Continuano a pensarsi reciprocamente, con una sorta di pensiero ossessivo e dominante. Essi modificano la priorità delle loro attività quotidiane per stare insieme il più possibile. L’esperienza della separazione crea ansia e turbamento. Eventuali ostacoli e avversità aumentano la loro passione anziché attenuarla, come pone bene in evidenza la storia di Romeo e Giulietta narrata in modo sublime da William Shakespeare. Si dichiarano pronti a morire l’uno per l’altra pur di salvare il loro amore.
L’amore reciproco è associato a un senso di pienezza estatica . di profonda soddisfazione. di totale realizzazione di sé e di immenso piacere. Per contro,  la separazione genera un senso di ansia e angoscia spesso di disperazione.
L’ arte della seduzione va intesa come la strada per giungere all’amore passionale. Come prima battuta sedurre significa allora riuscire ad attrarre un altro che fino a un istante prima era un perfetto estraneo. Significa conquistare la mente e il cuore di un altro, sapendo di  piacergli e di essere corrisposto. Sedurre vuol  dire creare un  mondo esclusivo e magico con l’altro. Per sua natura, la seduzione è in funzione dell’amore. Vi può essere un impiego diverso e distorto della seduzione, ma siamo nel campo dei disturbi umani (…).

Leggi altre parti del libro “La seduzione” di Luigi Anolli
Leggi articolo: L’ arte della seduzione – Incontrare noi stessi